Organizzazione

Non-Profit

Scarica  il

pdf per l'5 x 1000

Scarica la

locandina

Ciao mi chiamo Alessandro ho 32 anni e pratico tantissimo sport, in particolare sono molto appassionato di SKATEBOARD. Appena ho del tempo libero corro subito sulla mia tavola, portando con me due cose molto importanti, l’insulina e la macchinetta per la misurazione della glicemia.Eh si! Ho il diabete di tipo 1 da quasi 20 anni, questo non vuol dire essere meno o diversi dagli altri, anzi ho imparato a convivere con questa patologia e mi sento una persona normalissima che può fare tutto. La cosa importante è seguire delle piccole regole ed essere seguiti da un team medico.

 

Quando mi e’ stato riscontrato il diabete avevo 13 anni, a questa età ero un bambino che pensava solo a giocare e quindi ero sempre in movimento. Dopo la diagnosi non mi sono scoraggiato ed ho imparato a confrontarmi con il mondo in maniera dinamica, questo dinamismo non può e non deve essere ostacolato se “c’è di mezzo il Diabete”. Ogni volta che faccio skate prima di iniziare controllo sempre la glicemia perchè non si può fare sport con una glicemia bassa senza correggerla (con un po’ di zucchero e una piccola merenda) altrimenti c’è il rischio che l’ipoglicemia si prolunghi con delle pessime conseguenze. Difatti quando preparo lo zaino oltre all’insulina e la macchinetta non dimentico mai qualche bustina di zucchero, uno snack e un succo di frutta visto che con l’attività fisica si bruciano molti zuccheri che vanno reintegrati. Prendo zaino e skate e vado allo skatepark, questo è il momento più bello della giornata!Amo questo sport che per molti è considerato estremo. Ogni volta che sto per fare un trick l’adrenalina sale e di conseguenza la glicemia può subire degli sbalzi; per questo durante le performance tengo sempre sotto controllo il mio fisico e se ne sento la necessità non esito a fare una pausa per riprendere fiato ed eventualmente fare uno spuntino per recuperare l’energia.

 

Avere il diabete non significa dover rinunciare alle proprie passioni, anzi, lo sport per noi e’ molto importante perché aiuta l’assorbimento dell’insulina, migliora l’attività cardiovascolare e tiene a bada stress e colesterolo.

Capisco che all’inizio può sembrare faticoso gestire questa patologia ma bastano veramente poche accortezze e il controllo della glicemia, che è fondamentale, diventa un procedimento naturale che entra a far parte della nostra vita senza condizionarci.

Se oggi sono un ragazzo controllato e in buona salute oltre che una persona molto sportiva lo devo soprattutto ai medici che mi hanno sempre seguito, al supporto della mia famiglia e ai miei amici.

Contatti

Telefono:  601-803-1NUR

Email:  info@apros-onlus.org

C.F: 97382050587

Link Utili

© 2014 Non-Profit. All Rights Reserved.

Menù